La luce... raccontata da un non vedente

Andare in basso

La luce... raccontata da un non vedente

Messaggio  rusciano giovanna il Ven Nov 28, 2008 2:41 pm

Ciao a tutte navigando su internet ho trovato questa poesia, avevo voglia di farla conoscere anche a voi.

Questa poesia è stata scritta dal , Il Prof. Matteo Castriotta.
E’ una persona non vedente che è riuscito ad esprimere in pochi versi i dramma della sua vita affrontato con animo forte. Ha perso la vista quando era adolescente, e perciò ha conosciuto la luce, i colori, i volti…

LA LUCE
Irradia la sua luce il sole
Che dà forma a tutte le cose,
Mentre intorno a me regna il buio.
Gli occhi tuoi brillano donna mia,
E non s’incontrano coi miei, spenti
Privati dei volti familiari,
Delle immagini del luogo natio,
Dei colori dei prati fioriti,
Del trionfo delle albe serene,
E della gloria dei meriggi estivi.
Eppur germano non mi è l’oblio,
Perché un’anima alberga in me,
E vedo da te tutte le cose
Con la luce viva della mente.
Un’altra luce squarcia la nebbia
Del mio incedere faticoso:
E’ la fiamma del tuo Amor, donna!
Matteo Castriotta
Giovanna


rusciano giovanna

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 22.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La luce... raccontata da un non vedente

Messaggio  rita_anvg il Sab Nov 29, 2008 12:26 am

Le parole di Matteo Castriotta sono veramente molto forti, non ti nascondo che mi hanno veramente commossa!
Racchiudono tutta la sofferenza che vive...è veramente spiazzante.
Un commento sembrava quasi inutile, non ci sono parole perchè non possiamo capire cosa significhi vivere senza poter osservare cosa succede intorno a noi, ma volevo ringraziarti per averla postata perchè non la conoscevo...
Saluti Wink
Rita
avatar
rita_anvg

Messaggi : 76
Data d'iscrizione : 25.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La luce... raccontata da un non vedente

Messaggio  mariarosaria tarallo il Lun Dic 01, 2008 2:08 pm

come ha detto Lucia Calabrese nella discussione con la diversità, a contatto con certe storie sono messe in discussione tante nostre certezze. Siamo esseri umani e quindi ciascuno di noi ha un modo di "percepire" quanto gli sta accanto, alcuni sono più forti nell'affrontare determinate situazioni, alcuni sono più forti nell'affrontarne altre. Ogni persona ha una propria storia e certo non esistono disabilità "meno" o "più" "vissute", dal punto di vista dei disagi da affrontare. Personalmente però resto sempre affascinata da coloro che non vedono, forse perché da bambina, incontrando spesso un vicino di quartiere che non vedeva, insieme al suo bellissimo pastore tedesco e a sua moglie, mi chiedevo come una persona potesse riuscire a fare una vita normale senza vedere; per me la luce era importante. Con il passar del tempo ho capito che tutto si può fare, che gli esseri umani sanno elaborare e ri-elaborare strategie non di mera sopravvivenza, ma di ben altro, riuscendo persino a comunicare quando non ci sono vista, udito e quindi linguaggio verbale dalla nascita. Penso che in tanti conosciamo la Lega del filo d'oro, conosciamo che ci sono tanti bambini che non vedono, non sentono, non parlano, eppure si è riusciti a comunicare con loro e a fare in modo che essi comunicassero; e comunicano. Faremo riferimento anche ad essi nella tesina di gruppo. Intanto: Grazie per aver condiviso anche con noi quei versi. A rileggerti, ciao
avatar
mariarosaria tarallo

Messaggi : 318
Data d'iscrizione : 16.11.08
Località : NApoli provincia

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

riflessione

Messaggio  orefice.veronica il Lun Dic 01, 2008 3:03 pm

Quest'uomo in pochi versi ci ha raccontato il dramma della sua vita, il quale è stato affrontato con animo forte.
Non ci sono parole per questa poesia, qualsiasi cosa sarebbe troppo banale...
Possiamo solo riflettere e ringraziare la nostra collega che cio ha permesso di visionarla!!!!!!!!!!!!!

orefice.veronica

Messaggi : 101
Data d'iscrizione : 21.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La luce... raccontata da un non vedente

Messaggio  angela rivieccio il Lun Dic 01, 2008 4:13 pm

Questa poesia è davvero commovente!Esprime lo stato d'animo di questa persona che ha vissuto con la vista fino ad un certa fase della sua vita e il fatto che questa menomazione non si sia presentata sin dalla nascita, lo ha posto di fronte ad un'ulteriore ostacolo più difficile da superare.Avendo conosciuto il mondo sfruttando il senso della vista,l'accettazione di questa privazione è un'impresa tutt'altro che facile. La frase che mi ha colpitodi più è"gli occhi tuoi brillano donna mia e non s'incontrano con i miei".
angela rivieccio
avatar
angela rivieccio

Messaggi : 71
Data d'iscrizione : 22.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La luce... raccontata da un non vedente

Messaggio  catia.dellomo il Lun Dic 01, 2008 4:29 pm

Concordo con le mie colleghe per quanto riguarda l'emotivita' che richiama in ciascuno di noi questa poesia cosi' bella, che riesce a racchiudere in poche parole tutte le sensazioni provate da una persona che non puo' vedere cio' che e' intorno a lui, ma che nello stesso tempo riesce a sentire con la propria anima..tutto cio' e' davvero straordinario..proprio a dimostrazione del fatto che all'anima non servano due occhi per vivere ma un'immensa voglia di vivere..Grazie per avercela fatta leggere.. Embarassed
avatar
catia.dellomo

Messaggi : 59
Data d'iscrizione : 21.11.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: La luce... raccontata da un non vedente

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum