L’immagine del corpo diviene il criterio rappresentativo ed ermeneutico della realtà

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L’immagine del corpo diviene il criterio rappresentativo ed ermeneutico della realtà

Messaggio  Anto Cia il Dom Nov 30, 2008 11:13 am

Al Convegno organizzato dalla USL di Reggio Emilia il 26 ottobre 2006 su: “ I giovani, le mode, le immagini corporee: prevenzione e diagnosi precoce dei disturbi giovanili legati a distorsione dell’immagine corporea, ad ossessione del peso, disturbi alimentari”, si è affermato che la rappresentazione mentale di noi stessi è la componente principale nel determinare l’autostima che un individuo ha in un’epoca di società dell’immagine.
Il corpo, dunque, diventa oggi il territorio nel quale può giocarsi la propria autostima ed il riconoscimento della propria identità: l’insoddisfazione legata all’immagine corporea e la conseguente non accettazione di sé, sono gli elementi con i quali si misura la possibilità del proprio successo e della propria realizzazione.
L’immagine diviene il criterio rappresentativo ed ermeneutico della realtà.
L’apparire costituisce una nuova possibilità rispetto all’alternativa avere o essere posta da Erich Fromm. Più che chiederci oggi: “Avere o essere?” è opportuno chiedersi: “Essere o apparire?”. In molti casi la risposta va nella direzione che fa coincidere l’apparire con l’essere.
Una caratteristica, infatti, della società odierna, può essere identificata con l’attenzione esasperata alla dimensione estetica che si concretizza con un eccessivo interesse per l’aspetto esteriore del corpo: l’aspetto fisico tende a prevalere sull’interesse nei confronti delle qualità interiori che, pur ovviamente presenti, hanno però scarsa visibilità. Crying or Very sad
Antonella Ciarmoli

Anto Cia

Messaggi: 45
Data d'iscrizione: 29.11.08
Età: 33
Località: Alife (CE)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

il linguaggio del corpo

Messaggio  elvira70 il Dom Nov 30, 2008 4:22 pm

Sono d'accordo che il corpo sia il punto di partenza della propria autostima e identità, infatti diventa il ponte tra noi e gli altri un modo di comunicare con chi ci è vicino. Diventa un vero linguaggio e possiamo così sintetizzarlo in una proporzione matematica cioè "il linguaggio del corpo sta alla persona come la lingua ad una cultura." Ciò sicuramente è valido anche per i disabili,un esempio è il giovane Pystorius e la danzatrice- pittrice, che ci inviano messaggi di forza, volontà ma soprattutto voglia di vivere.

elvira70

Messaggi: 15
Data d'iscrizione: 19.11.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

L'importanza del corpo a livello estetico non è tutto!!!!

Messaggio  napolitano emilia il Ven Gen 02, 2009 3:03 pm

Oggi si dà molta importanza al corpo a livello estetico e a livello sportivo. Ma si può notare che questa esasperata cura del corpo diventa paradossalmente una svalutazione della persona: il corpo viene considerato coma una cosa, un oggetto di cui avere cura , ma pur sempre una cosa.
L’essere umano, oltre ad avere un corpo, ha anche in’altra dimensione invisibile ma reale che gli permette di realizzare a vivere pienamente sentimenti e desideri.

napolitano emilia

Messaggi: 4
Data d'iscrizione: 16.11.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Permesso del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum